Concorsi “caldi”, via al ricorso al Tar sulla revoca della Asl Roma4. Il Pincio riapre i termini, attesi altri sviluppi ad Allumiere

Almeno una quarantina di candidati hanno deciso di rivolgersi ad una studio legale di Roma, il Santi Delia, che ha provveduto ad inoltrare l'istanza di accesso agli atti all'azienda sanitaria locale

Una settimana intensa, è quella che sta per chiudersi sul fronte delle vicende che riguardano i concorsi. La novità più rilevante è quella che concerne la Asl Roma 4 che di recente ha revocato il concorso per 22 profili categoria C. Motivo? Una serie di criticità e illegittimità nella formulazione dei quesiti e nelle risposte elaborate dai candidati. Una decisione che però non ha convinto gli oltre 250 candidati. Almeno una quarantina di loro hanno così deciso di rivolgersi ad una studio legale di Roma, il Santi Delia, che ha provveduto ad inoltrare l’istanza di accesso agli atti. Secondo lo studio legale “la delibera presenta più di un profilo di dubbia legittimità, soprattutto se rapportata ad analoghe e ripetuti casi di annullamento o neutralizzazione postuma di quiz somministrati che mai hanno portato al totale annullamento dell’intero concorso ma solo dei quesiti stessi”. Ora la Asl Roma 4 ha a disposizione 30 giorni dalla data della richiesta di accesso agli atti, per trasmettere i documenti richiesti dagli avvocati.

Nuovo-vecchio concorso. Al Comune di Civitavecchia hanno invece riaperto i termini del vecchio concorsone, sospeso a causa dell’emergenza covid. Fra i profili ricercati quelli di 6 agenti di polizia locale, 7 istruttori amministrativi, 8 istruttori tecnici geometri, tutte e tre figure da categoria C1. Poi ancora 5 direttori istruttori amministrativi, uno psicologo, 5 istruttori direttivi tecnici e un istruttore direttivo tecnico ambientale, in questo caso 4 profili da categoria D1. C’è tempo fino al 9 di agosto per iscriversi alla prova. Rimodulato lo svolgimento del concorso, cancellate quella pre-selettiva e l’orale, si procederà con un’unica prova scritta, un quiz da 60 domande a risposta multipla.

Sviluppi dalla collina. Infine occhio ad Allumiere, dove l’ultima notizia è l’iscrizione sul registro degli indagati da parte del sindaco Antonio Pasquini. Si attendono ulteriori sviluppi da parte delle due Procure che stanno indagando, Roma e Civitavecchia e nuove anche dalla Regione, dove la Commissione Trasparenza sta ultimando la sua relazione.