Cluster al Ghetto, il sindaco Tedesco in “sorveglianza attiva”. Boom di studenti in isolamento

Lo stesso per alcuni esponenti della Lega. Ma il grosso riguarda i giovani

Continua a tenere banco il cluster di positivi al covid che si è registrato in un locale del Ghetto, chiuso dal proprietario per sanificazione e successivamente con ordinanza specifica da parte del Comune. Ora sarà la Asl a stabilire quando l’esercizio potrà tornare in attività. A tal proposito anche al Pincio hanno dovuto prendere delle contromisure. Il sindaco Ernesto Tedesco, che lo scorso venerdì avrebbe pranzato nel locale “incriminato” è in “sorveglianza attiva”, ovvero con libertà di movimento ma con precauzioni rafforzate (domani l’ultimo tampone, il primo ha dato esito negativo). Lo stesso per alcuni esponenti della Lega. Ma il grosso riguarda i giovani, in molti grandi frequentatori di quello specifico locale. In città ci sono diverse classi di istituti superiori in isolamento fiduciario a causa di contatti con ragazzi che invece sono risultati positivi dopo aver frequentato il pub.