Civitavecchia riadatta Sanremo, presentato il progetto di San Romolo

L'evento è realizzato da un gruppo di professionisti civitavecchiesi in favore dell’associazione Spazio Eira, con la sponsorizzazione della Fondazione Cariciv

348

Interpretare le canzoni di Sanremo a proprio modo, sfidandosi a vicenda. Il tutto per un fine sociale. E’ questo in sintesi il progetto San Romolo, evento realizzato da un gruppo di professionisti civitavecchiesi in favore dell’associazione Spazio Eira, che da anni si occupa di disabilità. “Il format è molto semplice. Le band locali che si sono iscritte si esibiranno e dovranno obbligatoriamente cantare le canzoni del Festival di Sanremo riadattate. A valutare le esibizioni saranno due giurie, una popolare e una tecnica” hanno dichiarato gli organizzatori dell’evento. Organizzatore della serata sarà Giordano Tricamo: “Non ci aspettavamo di dover selezionare le band, ma sono arrivate diverse richieste. Segno che il festival, la sua ironia e lo scopo sociale hanno colpito nel segno. Speriamo il pubblico possa ripagarci degli sforzi fatti”. “La sinergia tra le associazioni, gli enti e le band locali sarà la vera protagonista della serata del 27 febbraio al Teatro Traiano. Ci saranno diversi ospiti e sorprese. L’evento metterà in mostra le band locali con la complicità del civitavecchiese Leonardo De Carli che sta spopolando sui social network in Italia e anche fuori dal paese. Spazio Eira e i suoi ragazzi non saranno solo i destinatari ma saranno protagonisti dell’evento” hanno dichiarato Alberto Feuli, Luca Grossi e Valerio Mandrici che insieme a Tricamo organizzano l’evento. “Abbiamo sin da subito sposato questo progetto – ha dichiarato la presidente di Spazio Eira Viviana Astuti -. I nostri progetti sono sempre innovativi e integrano le attività dei nostri ragazzi speciali che si esibiranno nel corso della serata”. A presentare l’evento sarà l’influencer e artista di livello internazionale, ma made in Civitavecchia, Leonardo De Carli, che ha interrotto la sua attività artistica che lo porta ad essere seguito da milioni di persone sui social per partecipare all’evento. “A sponsorizzare l’evento è stata la Fondazione Cariciv in collaborazione con il Comune di Civitavecchia: “Non potevamo non sposare un progetto di inclusione sociale con la cultura come motore e i talenti locali come strumenti. Saremo i primi presenti all’evento” ha dichiarato Gabriella Sarracco, presidente della Fondazione Cariciv. “Stiamo dando il massimo supporto come Comune di Civitavecchia ad un evento che mira a ripetersi negli anni, destinato all’inclusione sociale dei ragazzi speciali di Spazio Eira ma che al tempo stesso mette in mostra i tanti talenti locali” ha dichiarato il presidente del consiglio comunale Emanuela Mari.