“Città della Cultura della Regione Lazio per l’anno 2020”, vince l’aggregazione composta dai comuni di Cerveteri, di Santa Marinella, Tolfa e Allumiere

"Abbiamo aderito alla proposta di Cerveteri per un progetto di gruppo, un’unione di forze e territori legati dal comune denominatore dell’Etruria poiché, solo insieme è possibile vincere e portare a casa un risultato grandioso" afferma il sindaco di Santa Marinella,Tidei. "Chiudere il 2019 con il conferimento del titolo “Città della Cultura della Regione Lazio per l’anno 2020” all’aggregazione composta dai comuni di Cerveteri, Allumiere, Tolfa e Santa Marinella dalla Regione Lazio è la ciliegina sulla torta" il sindaco di Allumiere, Pasquini

238

Con Decreto del Presidente della Regione Lazio 20 dicembre 2019, l’aggregazione dei comuni di Cerveteri, Santa Marinella, Tolfa e Allumiere è stata decretata vincitrice del bando “Città della Cultura della Regione Lazio”.
“Abbiamo aderito alla proposta di Cerveteri per un progetto di gruppo, un’unione di forze e territori legati dal comune denominatore dell’Etruria poiché, solo insieme è possibile vincere e portare a casa un risultato grandioso – afferma il sindaco di Santa Marinella, Pietro Tidei -. Con la sua storia, arte, cultura, artigianato, il mare ed una cultura enogastronomica invidiabile Santa Marinella, la città del Cinema, si è inserita perfettamente in questo progetto condiviso e vincente. Vince la squadra! Un risultato che non equivale soltanto al premio in denaro da destinare all’attività di promozione, ma soprattutto la dimostrazione che questo territorio può costituire di fatto per i turisti e le migliaia di croceristi che transitano nel porto di Civitavecchia, una valida alternativa a Roma.
Presto una conferenza stampa congiunta con i colleghi sindaci ai quali rivolgo un sentito ringraziamento per la collaborazione e condivisione.
Un ringraziamento alle consigliere Paola Fratarcangeli, Maura Chegia per il loro prezioso contributo nella stesura del progetto ed a tutti gli Assessori alla Cultura e colleghi Sindaci dei comuni partner”. conclude Tidei.

“Chiudere il 2019 con il conferimento del titolo “Città della Cultura della Regione Lazio per l’anno 2020” all’aggregazione composta dai comuni di Cerveteri, Allumiere, Tolfa e Santa Marinella dalla Regione Lazio è la ciliegina sulla torta – afferma il sindaco Pasquini -.Fare rete e mettere a sistema storia, cultura, gastronomia, eventi e luoghi è stata e sarà sempre una scelta vincente per il nostro comprensorio. Una scommessa vincente che nei mesi passati ha visto lavorare in stretta collaborazione i 4 comuni e principalmente gli assessori alla cultura o loro delegati, appunto per questo ci tengo personalmente a ringraziarli tutti e nello specifico, per il grande lavoro svolto in questi 30 mesi di amministrazione, l’assessore Brunella Franceschini ed i suoi collaboratori.
Un 2019 che per Allumiere è stato un anno ricco di eventi nuovi e confermati come le OLIMPIADI DELLA CREATIVITÀ, CORSA DEI CAVALLI, 56° PALIO DELLE CONTRADE, RASSEGNA CULTURALE “INCONTRARTE”, MISS ITALIA, ECO DI RHYTHM AND BLUES, STREET SPORT FESTIVAL, FESTA DI AUTUNNO, PREMIO LETTERARIO “FEMMINILE, PLURALE”. Eventi che messi a sistema con gli eventi tradizionali locali, la gastronomia ed il territorio hanno fatto aumentare il livello culturale e di visibilità il nostro comune.
Ci tengo personalmente a ringraziare le amministrazioni dei comuni con i quali condividiamo questo nuovo percorso per il 2020 e tutta la mia amministrazione che in questi 30 mesi oltre ad aver riaperto la scuola di Viale Garibaldi ha costantemente pressato Acea la quale, in questi giorni, ci ha comunicato di aver ultimato i lavori per la messa in funzione dell’acquedotto di Smè ed a breve condivideremo l’inaugurazione. Il silenzioso lavoro di progettazione e partecipazione a bandi regionali e ministeriali per il 2020 ci permetterà di dare inizio a lavori pubblici per un importo superiore ai 2 milioni di euro”.