E’ arrivato il grande giorno. Oggi a Cerveteri ci sarà l’attesa tappa del tour del Jova Beach Party. L’apertura dei cancelli sarà alle 14 mentre il live avrà il via alle 16 con un serie di artisti che intratterranno il pubblico fino al concerto vero e proprio di Jovanotti che partirà alle 20.30 fino a mezzanotte. Ingenti le misure messe in atto dall’Amministrazione comunale di Cerveteri e non solo visto il grande flusso di persone che arriverà nelle prossime ore a Marina di Cerveteri con i biglietti venduti che superano le 100 mila persone.
Per quanto riguarda i trasporti per il rientro verso Roma sono stati messi a disposizione 6 treni speciali a carico dell’organizzazione, che potranno essere acquistati online al costo di 8 euro a persona, anziché 10 euro sul posto.

Gli orari del treno verso Roma

Due i parcheggi a pagamento piazzati dagli organizzatori del concerto: una viale Campo di Mare e uno via Fontana Morella.
Proibita anche la vendita di alcolici nelle zone intorno al concerto di Cerenova e Campo di Mare partita questa mattina alle 7 e che proseguirà fino alla stessa ora di domani. Oltre 3000 i wc posizionati sulla sabbia e travestiti da cabine da mare e saranno distribuiti posacenere tascabili. La Farmacia Comunale 2 di Cerenova rimarrà aperta fino alle ore 2 del 17 luglio in concomitanza della partenza dell’ultimo treno speciale messo a disposizione per i partecipanti al concerto. Nel video del sindaco Pascucci sono presentate tutte le informazioni relative all’evento.

Polemiche. Non sono mancate le polemiche nei giorni scorsi da parte delle associazioni ambientaliste sul danno che un evento di tale portata potrebbe avere e sul ruolo dei volontari che aiuteranno nelle ore successive alla fine del concerto e ripulire la spiaggia a cui il cantante a risposto indirettamente ieri sui social: ” Siamo sulla spiaggia nella natura e come è già successo nelle precedenti spiagge la lasceremo MEGLIO (ma davvero meglio) di come l’abbiamo trovata, grazie alla collaborazione di tutte le forse coinvolte (WWF, corona, Erica coop) ma soprattutto a VOI che state dimostrando che il nostro è un paese pieno di gente intelligente con orizzonti nuovi, che sa che oggi la cosa più rock’n’roll e rivoluzionaria non è dire NO a tutto ma agire in modo consapevole e stare sulla frontiera sempre là dove avvengono le cose e sono possibili i cambiamenti e il progresso vero, non quello a chiacchiere. Vi aspetto facciamo una festa vera”.