Cerveteri dice si alla nuova Provincia Porta d’Italia, esultano Santa Marinella e Fiumicino

Cerveteri si aggiunge a Fiumicino, Santa Marinella, Civitavecchia, Ladispoli e Tolfa

Con il voto favorevole del Consiglio comunale si Cerveteri (14 a 9) la Provincia Porta d”Italia supera quota 200 mila abitanti e decolla definitivamente. Pietro Tidei, sindaco si Santa Marinella: “I comuni del territorio hanno scelto. Hanno capito che uscendo dall’area Metropolitana di Roma possono diventare finalmente protagonisti del loro futuro che ruota attorno al più grande aeroporto del Paese (45 milioni di passeggeri) e al più grande porto croceristico d’Europa (3 milioni e mezzo di passeggeri). E finalmente sarà possibile una reale valorizzazione delle economie dj questo territorio, turistica, agro alimentare ed industriale”. Il prossimo passo spetta ora al Parlamento, chiamato a validare la correttezza delle procedure seguite, senza per altro dover entrate nel merito.
Roberto Severini, Presidente del Consiglio Comunale di Fiumicino, sottolinea l’importanza della cooperazione intercomunale per lo sviluppo regionale.

“Il recente voto del Consiglio comunale di Cerveteri, che ha visto la città aderire alla costituenda Provincia Porta d’Italia, rappresenta un importante sviluppo nell’ambito territoriale e amministrativo della nostra regione. Cerveteri si aggiunge a Fiumicino, Santa Marinella, Civitavecchia, Ladispoli e Tolfa nel sostenere questa iniziativa visionaria”..

“Accolgo con entusiasmo la decisione di Cerveteri di aderire alla nuova Provincia Porta d’Italia,” dichiara Roberto Severini, Presidente del Consiglio Comunale di Fiumicino. “Questo voto non solo conferma il crescente apprezzamento per l’idea di una maggiore integrazione tra le nostre comunità, ma sottolinea anche l’importanza di un impegno comune verso obiettivi di sviluppo condivisi che trascendono i confini comunali.”

L’adesione di Cerveteri dà corpo numerico e aumenta l’omogeneità nel progetto, segnando un ulteriore passo verso la realizzazione di una struttura amministrativa più robusta e dinamica, concepita per affrontare le sfide moderne attraverso una gestione più efficace delle risorse e la promozione di iniziative economiche, culturali e sociali su scala regionale. La nuova Provincia Porta d’Italia rappresenta un’opportunità straordinaria per tutti noi di potenziare la nostra capacità di collaborare su progetti di vasta portata, migliorando così la qualità della vita dei nostri cittadini,” aggiunge Severini.

“Guardiamo con fiducia al futuro, convinti che la costituzione di questa nuova entità amministrativa porterà vantaggi tangibili per le comunità che rappresentiamo. Questa è un’epoca di cambiamento e rinnovamento, e attraverso la collaborazione e la visione condivisa possiamo costruire un tessuto regionale più forte e unito,” conclude il Presidente del Consiglio Comunale di Fiumicino.