Celebrata alla biblioteca di Santa Marinella la Giornata della Memoria

La celebrazione si è conclusa con la proiezione del video nel quale Sami Modiano racconta, durante uno dei viaggi della Memoria che la Regione Lazio organizza ogni anno, nel campo di Aushwitz Birkenau il tragico addio alla sorella e al padre

104

Una bella manifestazione per commemorare la Giornata della Memoria nella Biblioteca Santa Marinella. Nella sala affollata da tanti cittadini il sindaco Pietro Tidei ha aperto la cerimonia ricordando gli orrori della Shoah e la volontà dell’Amministrazione di testimoniare la propria convinzione democratica e antirazzista conferendo la cittadinanza onoraria a Liliana Segre. La direttrice della Biblioteca, dott.ssa Cristina Perini, ha poi dato la parola a Marinella Elia, Presidente dell’ANPI di Santa Marinella e al rappresentante della segreteria Provinciale dell’ ANPI Fabio Pari che hanno ricordato quanto importante sia mantenere vivi momenti di memoria e di riflessione. Sono poi seguiti gli interventi degli studenti, a testimoniare, come ha ricordato la dottoressa Perini, l’importanza di lasciare il compito della memoria ai più giovani. Il ricordo di Natalia e Leone Ginzburg proposto dagli studenti del Corso per Adulti dello Stendhal ha colpito tutti i presenti: un legame nel quale s’intrecciano il calore e il pudore della passione, la letteratura e la politica, la storia studiata e la storia costruita in prima persona, la curiosità e la pietà per le avventure degli esseri umani. Una riflessione è stata portata anche da Leonardo Gabella, studente del Cappannari, indirizzo alberghiero della Stendhal, che ha voluto condividere la grande emozione che ha suscitato in lui la lettura del libro di Liliana Segre. La celebrazione si è conclusa con la proiezione del video nel quale Sami Modiano racconta, durante uno dei viaggi della Memoria che la Regione Lazio organizza ogni anno, nel campo di Aushwitz Birkenau il tragico addio alla sorella e al padre.