Cattivi pensieri, a cura di Giampiero Romiti

Spazio al corsivo del noto giornalisti che questa settimana punta sulla vicenda legata allo stadio Fattori e sulla giornata contro la violenza sulle donne

186

5 STELLE ILLUMINANO IL “FATTORI”.  E’ sicuramente la notizia del mese, ma se addirittura la considerassimo dell’anno non saremmo troppo distanti dalla realtà. Il “Fattori”, ovvero la struttura sportiva di maggior prestigio della città, da tempo abbandonato a se stesso, potrà tornare all’antico splendore. Si dirà: cos’è una battuta, tanto per alimentare una discussione fine a se stessa,  surreale e sciocca all’ennesima potenza? Niente affatto: è la verità vera, figlia legittima dell’assenso concesso dal Ministero dei Beni Ambientali alla richiesta  dei 5 Stelle ed esattamente dell’ex assessore allo sport, nonché vice sindaco, Daniela Lucernoni. Dunque una notiziona, di quelle che fanno stropicciare le mani dalla soddisfazione e nel contempo emettere un “oh” di immensa felicità per la sorprendente somma prevista per l’attuazione del progetto di riqualificazione( dell’impianto) presentato  dai pentastellati. Pensate un po’: sono previsti addirittura 3.500.000 (tremilioni e cinquentomila) euro per ridare lucentezza a quello stadio che porta il nome di uno dei più grandi presidenti che il football neroazzurro abbia avuto nella sua lunga e gloriosa storia. E, senza che ci si meravigli troppo, esultano, epperò al tempo stesso imprecano, i grillini. Che dire? Sensazioni fortissime. L’esultanza deriva, semplicemente, dal fatto che i pentastellati rivendicano la bontà della propria gestione amministrativa e l’ottenimento del cospicuo finanziamento  è sicuramente una delle “prove” più efficienti e concrete offerte durante la loro permanenza nelle stanze dei bottoni di Palazzo del Pincio. <E’ la solare dimostrazione – affermano all’unisono i maggiorenti del M5S – che abbiamo improntato il nostro lavoro (amministrativo – ndr -) sui fatti e non sulle chiacchiere. La grossa somma di cui stiamo parlando rappresenta un brillante risultato e ne siamo fortemente orgogliosi>. Ok, parole ricche di intensità. Che, però, repentinamente si riempiono di tristezza e rabbia. Ed il perché è ovvio. Lo spiega, infatti, con il groppo alla gola proprio la Lucernoni. <I cittadini debbono sapere che il Ministero ha dato il suo benestare addirittura lo scorso 24 Maggio –il suo volto s’infiamma di sdegno e sbotta – Possibile che la speciale “delibera”, dopo la sua approvazione, abbia impiegato uno o addirittura due mesi tra il “decollo” dal Ministero e l’”atterraggio” negli uffici del nostro Comune. “Atterraggio” da ipotizzare sia, pertanto, avvenuto  alla fine di giugno o di luglio. Ma non mi capacito che un gigantesco evento del genere sia venuto alla luce solo all’inizio di novembre e l’attuale amministrazione non abbia emesso neppure uno stringatissimo comunicato per rendere noto che finalmente si potranno mettere in atto gli “accorgimenti” indispensabili per ridare brillantezza al “Fattori”, che pareva, invece, destinato a subire una tristissima sorte ovvero il definitivo e letale tramonto. Eppoi sono fortemente, e incredibilmente, meravigliata – questa la stoccata conclusiva della Lucernoni-  del comportamento dell’assessore ai Lavori Pubblici che, in varie interviste, ha asserito fino a pochissimi giorni fa di essere in attesa di risposte certe, dagli organi competenti del Ministero, alle richieste avanzate dall’attuale giunta per riaprire i battenti del maggiore stadio calcistico>. Commenti? Certo, farne non sarebbe un’impresa epperò non cambierebbero i “connotati” della farsesca ed imbarazzante vicenda (per l’attuale maggioranza, naturalmente). Desta comunque stupore che un amministratore rilasci dichiarazioni che fanno a cazzotti con l’inconfutabile realtà (il finanziamento si trova sotto i suoi occhi e non se ne accorge?) e che da un ufficio stampa, peraltro assai qualitativo per essere “gestito” da professionisti giovani e di elevata qualità, non sia uscita una sola sillaba degli euro acquisiti (si deve forse pensare che ai bravissimi giornalisti sia stato proibito di avvicinarsi alla tastiera e confezionare un paio di righe, non di più, per la doverosa informazione a beneficio di quotidiani, emittenti televisive e “telematici”?). Però, già c’è un però che non va dimenticato né trascurato. Ovvero: il “sì” al finanziamento richiesto è  stato deciso, come detto, il 24 Maggio, data molto importante poiché antivigilia del primo turno della competizione amministrativa. E allora una domandina, priva però, bene inteso, della pretesa di venir considerata eccezionale. Eccola:  se la notizia dei 3.500.000 euro fosse stata lanciata dal Ministero in tempo reale (ossia nell’arco dell’intero 24 Maggio) , il M5S avrebbe potuto giovarsene elettoralmente (propagandandola per un giorno e mezzo) e, magari, colmare il non proibitivo gap con il centrosinistra per misurarsi al ballottaggio con l’invincibile armata capitanata dall’avvocato Ernesto Tedesco? Meditate gente, meditate. Tanto non costa niente.

W LE DONNE. Chissà, potrebbe diventare anche una simpatica e divertente costante, ma non agitatevi: all’immancabile cattivo pensiero ne può seguire pure uno buono. E, dopo averlo avuto nella puntata (di questa rubrica) precedente per il bravissimo Massimiliano Foschi, stavolta (il pensiero) vola alto e si “posa” sul (trascorso) lunedì che ha permesso ai civitavecchiesi di respirare un’aria particolarmente gioiosa. Le strade e piazza Fratti si sono riempite di giovani (e non solo) per celebrare la giornata contro la violenza sulle donne. Sì, uno spicchio di quotidianità davvero particolare, rivelatosi (ce lo auguriamo) utilissimo per esternare il massimo disprezzo verso quei turpi individui che sfogano la propria orribile pochezza (maltrattando, stuprando e addirittura uccidendo) sul gentil sesso. Assurdo non concepire che nulla sia migliore del rispetto, dell’amore e della passione per una donna. Bravissimi dunque tutti coloro che hanno magnificato la manifestazione e  una particolare citazione meritano anche e soprattutto i talentuosi Enrico Maria Falconi (autore) e Claudia Crostella (regista), che hanno presentato la pièce “Le Indomabili” presso il Teatro Nuovo Sala Gassman ottenendo un significativo successo. Complimentissimi!

Sponsorizzato da