Caso Ficoncella, s’indaga sul pagamento della concessione

Gli inquirenti avrebbero puntato l'attenzione soprattutto su questo aspetto, dopo il blitz del'altro giorno dei carabinieri su mandato della Procura.

197

Sembra orientata verso il pagamento della concessione per la gestione del sito termale l’indagine sulla Ficoncella. Gli inquirenti avrebbero puntato l’attenzione soprattutto su questo aspetto, dopo il blitz del’altro giorno dei carabinieri su mandato della Procura. Intanto è confermato che l’indagine è nata dopo un esposto presentato dal presidente del Codacons nazionale Carlo Rienzi. Quest’ultimo infatti è stato ospite della struttura il mese scorso e nel’occasione c’era stato un increscioso episodio, ovvero la “sparizione” del suo telefono cellulare co cui aveva ripreso una situazione che vedeva i gestori della Ficoncela voler far pagare l’ingresso ad un giovane disabile. Dopo quel fatto Rienzi si è presentato dai carabinieri ed ha presentato l’esposto. Insieme ai carabineri hanno fatto visita al sito anche gli ispettori della Asl, per valutare le condizioni igienico sanitarie delle vasche e dei servizi. A quanto pare però non sarebbe stato trovato nulla di irregolare. Tutta da verificare invece la situazione, come detto, legata al pagamento per l’ottenimento della concessione.