Caro energia, a Santa Marinella si risparmia sui consumi: “Ridurre gli sprechi”

Lo annuncia il sindaco Pietro Tidei. Impianti centralizzati di riscaldamento delle scuole e di tutti gli immobili comunali alla temperatura di 18 centigradi

Per fronteggiare il caro bollette e gli aumenti dei costi dell’energia, il Comune di Santa Marinella mette in atto azioni rivolte al contrasto degli sprechi e al contenimento dei consumi energetici per favorire una mobilità sostenibile. “Per essere protagonisti del cambiamento – spiega il sindaco Pietro Tidei (in foto) – dobbiamo farci promotori di una nuova cultura più attenta alla riduzione degli sprechi e dei consumi energetici. Per tale motivo riteniamo doveroso mettere in campo quanto già enunciato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica e dell’Enea una riduzione dei costi e dei consumi attraverso un’opera di efficientamento energetico degli immobili comunali, facendo specifico divieto in presenza di impianti centralizzati di riscaldamento per il periodo invernale e di accensione di impianti locali di climatizzazione. Pertanto si invitano gli uffici competenti ad impostare gli impianti centralizzati di riscaldamento delle scuole e di tutti gli immobili comunali alla temperatura di 18 centigradi. “Dobbiamo aumentare l’efficienza energetica, ridurre i consumi e risparmiare aiutando l’ambiente”.