Caos maggioranza, Lucernoni: “La differenza fra noi e quelli che pensano alle poltrone”

Il consigliere comunale del M5stelle Daniela Lucernoni redige uno schema e attacca l'amministrazione Tedesco

536

“Sono 7 mesi che questa amministrazione si è insediata e sicuramente il tema degli incarichi è quello che è stato al centro del loro impegno. Vediamo le principali preoccupazioni”. Lo schema lo redige il consigliere comunale del M5stelle Daniela Lucernoni che attacca l’amministrazione Tedesco.

INCARICHI IN CSP: “cerco di ricostruire ma potrei dimenticare qualche passaggio. Ci ricordiamo come primo atto la delibera per la scelta “a fiducia” degli amministratori della partecipata, poi la revoca degli amministratori in carica scelti con avviso pubblico, poi il ritiro della revoca per il rischio reale di una causa che avrebbe visto il comune soccombere con estrema probabilità, poi a fine anno sono arrivate le dimissioni del consiglio di amministrazione che spontaneamente ha deciso di lasciare il campo libero (si saranno stufati 🤔…) ed ecco l’avviso per la nomina degli amministratori da cui il sindaco sceglierà “a fiducia”, oggi nuovamente prorogato”.

INCARICHI DI ASSESSORE: “se non ricordo male hanno impiegato circa 15 giorni a trovare 7 persone che potessero mettere d’accordo gli equilibri interni e il dramma più grosso che è emerso sui giornali era la necessità di dover nominare 3 donne…🤦‍♀️no comment. Dopo evidenti lunghe discussioni ci sono arrivati e oggi cambiati gli equilibri cambieranno gli assessori, vedremo un po’ ma per fortuna sempre 3 donne dovranno nominare”.

PRESIDENZE E VICEPRESIDENZE DELLE COMMISSIONI CONSILIARI: “sono arrivate solo a fine luglio (quindi 45 giorni dopo l’insediamento), tutte tranne che una! Perché ancora oggi dopo 7 mesi manca il presidente della Commissione Urbanistica (ricordiamo che a suo tempo doveva essere Cacciapuoti che non si è presentato e poi ha rinunciato alla presidenza). La commissione per l’elezione del Presidente è convocata per il 30 Gennaio, quanto ci scommettiamo che verrà rinviata?”

DELEGHE A CONSIGLIERI E CITTADINI: “hanno voluto attendere una modifica allo Statuto approvata la scorsa settimana, anche se ai cittadini potevano essere date (quindi presumibilmente anche ai consiglieri), ma evidentemente volevano scriverlo espressamente nello statuto. Per ora non se ne parla”.

“Ora pensiamo al passato con l’Amministrazione Cozzolino”:
CSP: “è nata nel 2017, tramite avviso pubblico con commissione tecnica che ha deciso la graduatoria (il sindaco non prendeva a fiducia) sono stati assunti prima uno poi gli altri due membri del consiglio di amministrazione (pagati 180mila euro all’anno in 3 con 400 dipendenti e 13 servizi da gestire)”;

ASSESSORI: “scelti prima del primo turno di elezioni ed entrati subito insieme al sindaco al momento dell’insediamento (pagati 1.600€ netti al mese circa)”;

COMMISSIONI E PRESIDENZE: “scelti in maniera collegiale dopo pochi giorni dall’insediamento (pagati 17€ netti a seduta di commissione, anche se dura mezza giornata)”.

DELEGHE AI CONSIGLIERI E CITTADINI: “praticamente tutti coloro che hanno chiesto di occuparsi di qualcosa hanno ricevuto la delega quasi subito e avevamo circa 50 persone che ci aiutavano (gratis)… Ovviamente ci siamo presentati alle elezioni del 2019 con la squadra pronta degli assessori e saremmo entrati subito operativi al Comune”.