Canzone su Santa Marinella al Festival di Sanremo, è polemica

"È recentemente salito agli onori della cronaca un brano, intitolato “Santa Marinella” il cui autore Fulminacci, alcuni esponenti politici locali e critici musicali hanno definito un tributo alla nostra città. In tutti questi anni, il nostro movimento con i suoi musicisti, ha contribuito a fornire tanta musica a Santa Marinella e già qualche anno fa con Gogol Bordello, si vide bistrattato da una canzone sinceramente mediocre e completamente astrusa rispetto alla nostra bella cittadina"

“È con sdegno che apprendiamo che la nostra città, verrà citata al prossimo festival di Sanremo da un cantautore sconosciuto”. Ad affermarlo è il Movimento Suonatori Indipendenti di Santa Marinella.
“È recentemente salito agli onori della cronaca un brano, intitolato “Santa Marinella” il cui autore Fulminacci, alcuni esponenti politici locali e critici musicali hanno definito un tributo alla nostra città. In tutti questi anni, il nostro movimento con i suoi musicisti, ha contribuito a fornire tanta musica a Santa Marinella e già qualche anno fa con Gogol Bordello, si vide bistrattato da una canzone sinceramente mediocre e completamente astrusa rispetto alla nostra bella cittadina.
Oggi ci ritroviamo nella stessa condizione, dove media e autorità politiche e culturali, evidenziano questo brano che nel testo, oltre a varie amenità del tipo “Roma una città di mare”, crea una rima con Santa Marinella per una pura necessità tecnica.

Basta con questa impostura, riportiamo i musicisti di Santa Marinella al centro della scena artistica e del sostegno dei cittadini, soprattutto in questo momento di forte crisi del settore”.