Calcio, ripartenza Eccellenza: la maggioranza delle società dice si

Tra le squadre locali favorevoli Ladispoli, Civitavecchia e Città di Cerveteri, mentre la Corneto Tarquinia ha scelto di non proseguire la stagione

La maggioranza delle società è favorevole alla ripartenza del campionato di Eccellenza ma al tempo stesso esprime diversi dubbi e perplessità. Tra le squadre locali il si è arrivato da Ladispoli, Civitavecchia e Città di Cerveteri, mentre la Corneto Tarquinia ha scelto di non proseguire la stagione.
“A seguito della consultazione effettuata via mail – spiega il Cr Lazio in un comunicato – con le società interessate, il Comitato Regionale Lazio ha comunicato alla Lega Nazionale Dilettanti l’esito della consultazione stessa, dalla quale è emersa un’accesa volontà di ripresa dei campionati. In Eccellenza i sì sono arrivati da oltre i 2/3 delle società (33 su 48) iscritte, mentre nell’Eccellenza femminile la percentuale è stata quasi del 100% (16 su 17). Percentuale del 65% invece per le società di Serie C1 di calcio a 5 (18 su 28); percentuale del 50% (8 su 16) invece per le società di serie C femminile di calcio a 5. Domani mattina la Lega Dilettanti esaminerà, nel Consiglio Direttivo convocato in presenza presso un hotel romano, le determinazioni arrivate da tutti i Comitati Regionali (con le proposte dei diversi format da adottare per arrivare al 30 giugno con i verdetti) e le trasmetterà alla Federcalcio per ricevere l’ok definito alla ripresa. Il Comitato Regionale Lazio, una volta ottenuto il via libera alla modifica dei format dei suddetti campionati, la cui ripartenza, è bene ricordarlo, è possibile grazie al riconoscimento da parte del Coni di “campionati di interesse nazionale”, comunicherà le determinazioni assunte”.
CIVITAVECCHIA: “Abbiamo appreso con stupore la notizia della ripresa del campionato – dichiara il presidente Patrizio Presuttilo stupore è dovuto alla modalità con cui ne siamo stati resi partecipi. Il tutto è avvenuto via Pec domenica mattina, ndr ieri, con la risposta che doveva giungere quest’oggi presso gli uffici del Cr Lazio entro le 14. Ci veniva richiesto di pronunciarci sulla ripartenza, diciamo più sull’inizio dell’Eccellenza, a metà Marzo. Tutto ciò senza essere a conoscenza dell’entità dei ristori, all’oscuro dell’entità dei contributi sui tamponi, così come della composizione dei gironi, delle date e di che tipo di campionato sarebbe stato o con chi dovremo confrontarci. Sinceramente rimango esterrefatto di fronte a tutto ciò, mi sembra una partenza, più che ripartenza, senza un filo logico. Una cosa arrabbattata senza un fine sociale e sportivo, né competizione. Non nascondiamo il nostro disappunto, con una scelta che non condividiamo ma che ci “vedrà costretti” a rispettare per il nome che portiamo, per onorare la maglia e la città che rappresentiamo. È chiaro che il Civitavecchia Calcio 1920 non può non partecipare, anche se ci aspettavamo qualcosa di diverso sulla tempistica e sull’informazione. Decidere in 24h, dopo sei mesi di attesa, se partecipare a non si sa che cosa ci lascia esterrefatti. Come abbiamo sempre detto il Civitavecchia Calcio 1920 è vivo e ci sarà.”
LADISPOLI: “E’ ciò che abbiamo sempre voluto – spiega l’allenatore Marco Scorsini – non vediamo l’ora di tornare in campo, ovviamente con le giuste condizioni di sicurezza. Dobbiamo equipararci al protocollo sanitario della serie D. La nostra società ha fatto tanti sacrifici per ripartire, attendiamo la giornata di domani per capire in che modo si potrà farlo”.
CITTA’ DI CERVETERI: “La ASD Città di Cerveteri rende noto, di aver dato la propria disponibilità in riferimento alla ripresa dell’attività agonistica 2020-2021. Il club verde azzurro, coscienziosamente, onorerà il campionato di Eccellenza poiché, la rilevanza nazionale che lo contraddistingue, rappresenta un’ulteriore spinta motivazionale, all’interno di un contesto storico pandemico complesso. Sportivamente e tecnicamente parlando, il Città di Cerveteri cercherà di ottenere i migliori risultati possibili durante la stagione in essere in base al nuovo format che verrà stabilito, dagli enti preposti, a breve. A livello sanitario, la ASD Città di Cerveteri, adotterà tutte le precauzioni necessarie atte a salvaguardare la tutela dei propri tesserati e di conseguenza anche di quelli altrui; principi etici in linea coi nuovi protocolli che verosimilmente, la Lega Nazionale Dilettanti, riserverà anche per i club di Eccellenza”.
CORNETO TARQUINIA: “La ASD CORNETO TARQUINIA, viste le ultime note vicende societarie sommarsi alle numerose incognite legate alla situazione pandemica che avvolge il nostro Paese, decide di NON ADERIRE alla prosecuzione del campionato 2020/2021 con le modalità stabilite dal CR Lazio. La nostra Società sfrutterà quindi i prossimi mesi nel tentare di programmare la nuova stagione di Eccellenza 2021/2022”.