Si è tenuta questa mattina nei locali della Compagnia Portuale una conferenza stampa di bilancio della stagione appena conclusa e di progetti per il futuro. La società del presidente Presutti pochi giorni fa ha conquistato la sua prima Coppa Italia di Promozione. “Un’emozione difficile da descrivere – spiega il numero 1 della società rossa – diversa dal campionato vinto 3 anni fa. Abbiamo fatto davvero un’impresa e reputo la stagione eccellente”.

La conferenza stampa è stata anche l’occasione per parlare della possibile fusione col Civitavecchia calcio, dello stadio Fattori e del Tamagnini. “Non nego – continua Presutti – che con il Civitavecchia abbiamo una trattativa in corso per questa unione. Nei prossimi giorni ci saranno sicuramente degli incontri in tal senso. Ci tengo però a dire che la fusione sarà possibile se ci saranno determinate condizioni. La nostra è una società sana e intendiamo andare avanti col nostro assetto societario. Si discuterà sul possibile nome e sui colori sociali”. Per quanto riguarda il Fattori la situazione sembra molto complicata visto l’enorme impegno economico che servirebbe per ristrutturarlo. “Noi – commenta Patrizio Scilipoti – avevamo un bel progetto per fare una cittadella dello sport lì. Qualsiasi nostra richiesta è stata però bocciata, non vedo come si possa pensare positivo quando si parla di circa 3 milioni di euro di investimento per la riqualificazione del Comunale”. Una casa comunque la Cpc ce l’ha ed è il Tamagnini di Campo dell’Oro. Con pochi investimenti infatti, basterà togliere le strisce gialle che ricoprono il terreno e fare un’altra entrata per la squadra ospite, il campo sarà omologabile per l’Eccellenza.