Inizia con un pareggio per 1-1 e una sconfitta per 2-1 il nuovo campionato di Eccellenza per  Civitavecchia e Città di Cerveteri.

CIVITAVECCHIA: Al Tamagnini Bevilacqua e compagni si sono spartiti la posta in palio con la Boreale. La gara è iniziata col momento toccante dello striscione di incitamento per Alessio portato dai giocatori all’ingresso in campo, cosi com’ è della stessa emozione il mazzo di fiori regalato dai tifosi in memoria del papà di Filippo Travaglini scomparso ieri mattina. I gol sono arrivati entrambi nel secondo tempo: alla rete di Serpieri ha risposto Rocchi ma in un’azione contestata dai nerazzurri che chiedevano prima la palla fuori dal campo sul cross da cui è nata l’azione che ha portato al pareggio e poi un fuorigioco dell’autore del gol della Boreale. Partita che in generale ha visto gli ospiti più pronti fisicamente e i nerazzurri che dopo mesi di stop hanno accusato il ritorno in campo ma hanno comunque risposto colpo su colpo.

CERVETERI: Cade al debutto il Città di Cerveteri nella prima giornata del campionato di Eccellenza laziale girone A. A Le Muracciole, verde azzurri puniti severamente da Monteforte a pochi minuti dalla fine, dopo essere andati in vantaggio con Laurato: di Fagioli su calcio di rigore la rete del momentaneo pari. Pesano, sul verdetto finale, anche le decisioni del direttore di gara che ha praticamente annullato due reti agli etruschi, a cui ha negato anche un  penalty forse probabile. Episodi da “moviola” a parte, è stato un bel Città di Cerveteri soprattutto nella prima frazione di gioco. Ottima e di sostanza, la prova dell’Aranova di mister Vigna che parte col piede giusto e vince un derby comunque ben giocato da ambedue le contendenti.