Calcio, gli allenatori di Eccellenza e Promozione chiedono chiarezza

I tecnici dei campionati laziali hanno scritto una lettera al Cr Lazio per chiedere una decisione chiara. Tra di loro anche gli allenatori di Civitavecchia, Corneto Tarquinia e Ladispoli

93

Alzano la voce gli allenatori di Eccellenza e Promozione del Lazio. Lo fanno per mezzo di una lettera inviata al presidente Zarelli in cui chiedono una decisione chiara sul prosieguo dei campionati, visto il silenzio e l’indecisione che c’è stata finora.

Ecco la lettera integrale:

“Egregio Presidente CR LAZIO, chi vi scrive è un gruppo di allenatori dei Campionati di Eccellenza e di Promozione del Lazio, con l’obiettivo di spronarvi a prendere una decisione chiara in merito al prosieguo dei tornei che ci vedono coinvolti. Siamo perfettamente consapevoli della presenza del virus e tutti, a diversi livelli, ne stiamo subendo le conseguenze nella nostra vita di tutti i giorni: professionale, personale, sportiva. Tuttavia, sempre nel rispetto delle decisioni del governo centrale, spetta a Voi, in qualità di organo di governo del nostro sport, di mettere in atto le azioni e le decisioni per favorire la ripresa dei campionati, la tutela degli investimenti e delle spese che i Presidenti hanno sostenuto e in ultimo gli interessi anche economici di tutte le persone che in questi campionati sono coinvolti: giocatori, allenatori, arbitri, dirigenti, giornalisti sportivi, fisioterapisti, magazzinieri, custodi, addetti alla manutenzione, addetti ai punti di ristoro. Quello che chiediamo è confronto e chiarezza, non silenzio. Vogliamo chiarezza, al fine di consentire alle Società di potersi organizzare sia dal punto di vista logistico sia da quello tecnico. Serve impegno, serve la voglia di mettere in atto tutte quelle misure e precauzioni che ci consentirebbero di tornare a giocare, anche con una revisione del format attuale dei campionati sebbene da adottare in corsa. Inoltre andrebbero pure adeguati i protocolli per consentire di porre in isolamento i positivi, e una volta fatto il tampone rapido obbligatorio, non bloccare tutto il resto della rosa e consentire di giocare le partite oltre che proseguire la vita normale. Se i tamponi sono il mezzo attraverso il quale accertare la positività o la negatività degli individui, allora chiediamo di adoperarvi per
agevolare le società a poterli fare a tutti i propri tesserati. Aiuti diretti, convenzioni con laboratori sul territorio sono solo alcune delle azioni che potreste mettere in piedi. Il tampone rapido programmato ogni 15 gg. e ogni qualvolta si registra un positivo sono solo alcune delle azioni che potreste sostenere. Siamo consapevoli degli sforzi che la LND e anche il CR Lazio ha fatto per agevolare le società rispetto ai disagi provocati dal precedente lockdown, ma bisogna reagire anche adesso e non arrendersi per fronteggiare la situazione e continuare nei limiti del possibile a coltivare le nostre passioni che poi sono la nostra vita. Siamo certi che da un tavolo di concertazione congiunto, un incontro fra tutte le parti in causa, potrebbero emergere idee e anche le risorse per affrontare il momento con fiducia reciproca. Rinunciamo tutti a qualcosa per non distruggere qualcosa di più grande. Questo è il nostro auspicio. Vogliamo tornare a giocare, nel rispetto di tutti, ma torniamo a giocare”.

Enrico Baiocco, Pierpaolo Lauretti Nomentum, Francesco Bellinati Vigor Perconti, Cristian Ledesma LUISS, Salvatore Cangiano Campus EUR, Diego Leone Villalba, Paolo Caputo Civitavecchia, Davide Mancone Anagni, Flavio Catanzani Vis Sezze, Stefano Manelli W3, David Centioni Corneto Tarquinia, Felice Murrazzani Corneto Tarquinia, Alessio Ciardi Sora, Fabrizio Paris Tivoli, Cristiano Di Loreto Palestrina, Francesco Pippnburg Ferentino, Antonio Fascione Fiumicino, Pino Porcelli Ottavia, Marco Ferretti Astrea, Francesco Russo Paliano, Aldobrando Franceshini Boreale, Marco Russo Tor Sapienza, Francesco Gesmundo Gaeta, Stefano Scaricamazza Faul Cimini, Marco Ghirotto Pro Cisterna, Marco Scorsini Ladispoli, Attilio Gregori Monterotondo Scalo, Claudio Solimina Unipomezia, Mario Guida Anzio, Pierluigi Vigna Aranova.