Calamità naturale, il vicesindaco Magliani: “Necessarie integrazioni da parte dei proprietari privati”

"I nostri uffici raccoglieranno entro il prossimo 31 ottobre le segnalazioni da parte dei proprietari delle aree già individuate"

Assicurare un puntuale risarcimento alla popolazione danneggiata dalla tromba d’aria di alcune settimane fa. Con questo obiettivo il comune di Civitavecchia si è attivato, nei giorni immediatamente successivi all’evento, richiedendo il riconoscimento dello stato di Calamità naturale alla Regione Lazio. Come spiega il Vicesindaco Manuel Magliani, “Ne è nato un procedimento che ora prevede anche la partecipazione diretta dei cittadini danneggiati. L’Agenzia l’Agenzia Regionale di Protezione Civile ci ha infatti comunicato la necessità di integrare la richiesta avanzata da parte del Comune, con una descrizione e quantificazione di massima del danno. Per questo, i nostri uffici raccoglieranno entro il prossimo 31 ottobre le segnalazioni da parte dei proprietari delle aree già individuate. Chi ne ha pronte, può farle pervenire al Comune di Civitavecchia – Servizio 4 Lavori Pubblici e Ambiente tramite protocollo e/o posta elettronica certificata (p.e.c.: comune.civitavecchia@legalmail.it), accompagnate da una descrizione e quantificazione di massima del danno subìto. Stiamo tuttavia organizzando una riunione, per consentire ai cittadini di relazionarsi direttamente con noi circa le pratiche da preparare: daremo a giorni comunicazione della sede e della data dell’incontro”, conclude Magliani.