Bilancio, il M5stelle illustra le variazioni: “Tedesco non lo fa”

"La nuova amministrazione evidentemente non riconosce questa esigenza votando 6 delibere in appena 4 minuti e poi di corsa tutti via", lo dichiara in una nota stampa il gruppo consigliare del Movimento 5 stelle

“La variazione di bilancio approvata nello scorso Consiglio Comunale riguarda un’entrata di circa 270.000€ grazie ai seguenti contributi reperiti o stanziati dal Movimento Cinque Stelle:
– verranno effettuate manutenzioni alla palestra della scuola elementare Cialdi, grazie ad  un bando regionale per lo sport vinto dall’ amministrazione 5 stelle del valore di 50.000€ ;
– verranno acquistati cestini per i mozziconi di sigaretta ed effettuata un’attività di sensibilizzazione sul tema ambientale grazie alle 25.000€ ottenute dall’amministrazione Cozzolino per il contrasto all’abbandono dei mozziconi di sigaretta;
– inoltre ci saranno 11.000€ per progetti relativi ai malati di SLA e 13.000€ per progetti relativi a persone con disturbi dello spettro autistico, stanziate dalla regione per interventi sociali. Il comune ha ricevuto infine un contributo statale, voluto dal deputato 5 stelle Riccardo Fraccaro di 170.000€ per l’efficientamento energetico, che verrà utilizzato per cambiare le finestre all’aula Calamatta, per una caldaia alla scuola Cialdi e per un’altra caldaia all’ufficio lavori pubblici (provvedimenti decisi dall’attuale amministrazione). Questo provvedimento, come le altre delibere in particolare il bilancio consolidato delle partecipate del comune (CSP e ATCL), non è stato minimamente illustrato dalla maggioranza che oggi amministra la città. Come gruppo Movimento cinque stelle abbiamo abbandonato l’aula perché disgustati dal pessimo atto con cui il neo sindaco Tedesco, in linea con il triste passato di Civitavecchia, si appresta a chiedere ancora una volta soldi all’Enel che da 70 anni grazie ad amministrazioni accondiscendenti ha martoriato il nostro territorio. Riteniamo pertanto doveroso informare la città di quanto viene deciso in Consiglio Comunale, che è l’istituzione principale in cui l’amministrazione dovrebbe spiegare alla città, non certo all’opposizione che gli atti li legge, cosa sta facendo e come utilizza i soldi dei cittadini. Purtroppo la nuova amministrazione evidentemente non riconosce questa esigenza votando 6 delibere in appena 4 minuti e poi di corsa tutti via”, lo dichiara in una nota stampa il gruppo consigliare del Movimento 5 stelle.