Basket, C Gold: la ripartenza non è così vicina

Sono diversi i punti che la Fip dovrà risolvere per permettere l'avvio del nuovo campionato

Dopo essere diventato campionato di interesse Nazionale, la C Gold di basket, a cui partecipa anche la Ste.Mar 90, deve però far fronte a qualche difficoltà che ne allunga la possibile ripartenza. Il nuovo campionato in teoria dovrebbe cominciare entro un mese ma da risolvere c’è soprattutto la situazione relativa a chi vorrebbe ricominciare e chi invece è contrario. Tra i primi, in totale 6 squadre su 17, c’è anche la società rossonera.

“A distanza di una settimana – spiegano dalla Cestistica Civitavecchia – torniamo ad aggiornare i nostri appassionati tifosi sul campionato di C Gold. Diciamo che la situazione sta andando nella direzione che avevamo auspicato. Alcune regioni sono già partite a livello organizzativo, altre lo stanno facendo. Tra queste la Lombardia, della quale si diceva che non avrebbe partecipato e che invece ha annunciato la partenza a inizio marzo con le società che hanno aderito e dando appuntamento alle altre per il campionato 2021/2022, sposando quindi in pieno il principio di garanzia per tutti che avevamo umilmente espresso la scorsa settimana. Adesso auspichiamo che analoga decisione sia assunta dal nostro Comitato Regionale e, soprattutto, che la FIP dia indicazioni riguardo i criteri da seguire per l’eventuale salto di categoria nelle regioni che vedranno una partecipazione di squadre inferiore a quanto era stato inizialmente stabilito”.

Quest’ultimo punto è quello che rischia di bloccare la ripartenza: a causa del basso numero di squadre che prenderebbero parte alla C Gold, il Lazio potrebbe non avere il posto riservato, per la promozione in serie B, alla squadra che vince il campionato, con il rischio di dover fare dei playoff contro formazioni di altre regioni. Insomma la Fip dovrà fare chiarezza su questo e altri punti, altrimenti la ripartenza sarà solamente un miraggio. Per quanto riguarda la possibile formula, se le squadre partecipanti dovessero rimanere 6, si parla di un campionato tra queste formazioni che si sfiderebbero per decretare la vincitrice. Le restanti 11 squadre invece darebbero vita ad una Coppa o ad una serie di amichevoli che servirebbero più che altro per tenersi in forma e mantenere la categoria. Chi non dovesse accettare questa formula potrebbe essere retrocesso in C Silver.