Appalti sull’asfaltatura delle strade, indaga la Procura: partiti gli avvisi di garanzia

Il Nucleo di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza di Roma, che si occupa delle pubbliche amministrazioni, ha iniziato delle indagini per verificare la regolarità sulle due gare d’appalto bandite dal Comune di Civitavecchia e svolte dalla base appaltante Confservizi Lazio

Nuovo blitz delle Fiamme Gialle al Comune di Civitavecchia, su mandato della Procura di Civitavecchia. Il Nucleo di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza di Roma, che si occupa delle pubbliche amministrazioni, ha iniziato delle indagini per verificare la regolarità sulle due gare d’appalto bandite dal Comune di Civitavecchia e svolte dalla base appaltante Confservizi Lazio. Sarebbero stati ritirati dei documenti sui due affidamenti per l’asfaltatura delle strade. Inchiesta “figlia” della sospensione dell’appalto spinta all’epoca dall’allora assessore ai lavori pubblici Sandro De Paolis. Avvisi di garanzia che sarebbero a carico di due quadri del settore amministrativo e ad alcune ditte, sarebbero cinque, che hanno e partecipato alla gara.

 

Presunzione di innocenza. Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino alla sentenza definitiva. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.