Allumiere e il concorso che scotta, Gasparri presenta interrogazione e fa un esposto alla Procura

"Sono noti i nomi e i cognomi che vedono coinvolto il sindaco di Allumiere Antonio Pasquini, da tre anni in comando negli uffici della Regione. Un concorso del suo comune è stato utilizzato per far transitare persone nei ranghi della Regione", Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri commissario del coordinamento Forza Italia Roma Capitale

“La procura della Repubblica di Roma si è accorta della vicenda sconcertante delle assunzioni targate PD e dintorni alla Regione Lazio? Un concorso tutto da verificare che è incentrato su un comune scelto non a caso per far transitare persone nei ranghi della regione Lazio”. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri commissario del coordinamento Forza Italia Roma Capitale. “Sono noti i nomi e i cognomi che vedono coinvolto il sindaco di Allumiere Antonio Pasquini, da tre anni in comando negli uffici della Regione. Un concorso del suo comune è stato utilizzato per far transitare persone nei ranghi della Regione. Si leggono i nomi di Matteo Marconi segretario del PD di Trevignano, di Arianna Bellia assessore al Comune di San Cesareo, di un assessore di Labico, Augusta Morini e di altri esponenti del PD della provincia di Roma e non solo. Ci sono coinvolgimenti anche di altri gruppi e partiti e vicende che riguardano il territorio di Guidonia”. Ho presentato un’interrogazione parlamentare su questa vicenda ma farò un esposto alla Procura di Roma. Finalmente si occuperanno di quello che accade intorno a Zingaretti oppure, come per le mascherine e tante altre vicende la Regione Lazio a gestione PD è coperta da una sorta di immunità sostanziale? E’ una vergogna assoluta. Mi recherò negli uffici della Regione a constatare di persona che cosa sia avvenuto”.