Allo “Scarabocchio” un gattino blu per parlare di autismo

L'obiettivo: parlare di autismo in chiave semplice, divertente e inclusiva, ponendo l'accento sulla diversità come ricchezza e opportunità di crescita per tutti, grandi e piccini

308

In occasione della Giornata mondiale sulla consapevolezza dell’autismo, che si celebra annualmente in tutto il mondo il 2 aprile, la scuola dell’infanzia comunale di Fiumicino “Lo Scarabocchio” ha organizzato uno spettacolo per i bambini raccontando e drammatizzando la favola “Il gattino blu”. L’obiettivo: parlare di autismo in chiave semplice, divertente e inclusiva, ponendo l’accento sulla diversità come ricchezza e opportunità di crescita per tutti, grandi e piccini. Inoltre i piccoli alunni hanno partecipato a laboratori in ogni sezione e utilizzando tecniche diverse hanno creato il proprio gattino blu: libricini, collanine e spille da portare a casa in ricordo della giornata. “Il Comune di Fiumicino – spiega la responsabile dell’ufficio di Coordinamento Pedagogico Cristina Ferrera – conferma la propria attenzione verso la prima infanzia e soprattutto una particolare sensibilità nei confronti di chi, per diversi motivi, ha necessità e bisogni speciali. Un ringraziamento particolare al corpo docente che, sensibile al tema, contribuisce ogni giorno ad elevare il livello dei servizi offerti”.