All’istituto superiore “Di Vittorio” primo meeting day con gli Its del Lazio

Sono state nominati 14 Docenti Tutor cui sono stati assegnati 30 allievi ciascuno

E’ una delle novità dell’anno scolastico 2023-2024 e sta trasformando le strategie e le attività legate all’orientamento nelle Scuole Medie Inferiori e Superiori: con il Decreto 328 del 22 dicembre 2022 del Ministero dell’Istruzione e del Merito è stata istituita la figura del Docente Tutor per l’Orientamento che deve sostenere ed aiutare ogni studente ad acquisire consapevolezza delle proprie potenzialità, supportando le famiglie, soprattutto nei momenti di transizione fra un livello scolastico e il seguente, nella scelta dei percorsi formativi e professionali più adeguati al profilo degli allievi. Gli orientatori dovranno in altri termini favorire nel modo più efficace l’incontro tra le competenze degli studenti, l’offerta formativa e la domanda di lavoro per consentire una scelta informata e consapevole del percorso di studio o professionale da intraprendere.

Anche nell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio” sono state nominati 14 Docenti Tutor cui sono stati assegnati 30 allievi ciascuno (per tutte le informazioni è possibile consultare la pagina dedicata https://docentitutor.istruzione.it/). A coordinare le attività di orientamento è stato chiamato il Prof. Carlo Narducci. Molte le iniziative già svolte che hanno descritto agli allievi le diverse opportunità formative che si presentano dopo il conseguimento del diploma: dalle “carriere in divisa” a quelle medico-sanitarie, dal mondo degli I.T.S. (Istituti Tecnologici Superiori) a quello universitario. E venerdì 26 gennaio si è svolto il primo “Meeting Day” aperto agli I.T.S. del Lazio. ITS Itsel, ITS “Giovanni Caboto”, ITS ICT Academy, ITS Eco-Stem Generation, ITS Lazio Digital, ITS Meccatronico, ITS “Roberto Rossellini”, ITS Turismo hanno avuto l’occasione di presentarsi nel corso di una diretta streaming che è stata punteggiata dalle domande degli allievi.

Efficienza energetica, mobilità sostenibile, nuove tecnologie della vita, nuove tecnologie per il Made in Italy, tecnologie innovative per i beni e le attività culturali-turismo, tecnologie dell’informazione e della comunicazione: queste le 6 aree cui sono correlati gli I.T.S. Academy, Istituti Tecnologici Superiori, anche conosciuti come “Scuole Speciali di Alta Tecnologia” o ancora “Scuole di eccellenza ad alta specializzazione tecnologica post diploma”. Istituti regolamentati dal Ministero dell’Istruzione, gli I.T.S. consentono di proseguire il percorso scolastico e formativo con specializzazioni orientate al mercato delle professioni e con un indice di occupabilità superiore all’80%. Tra i diversi aspetti che caratterizzano gli I.T.S. c’è il forte rapporto con altri Enti: aziende, Università e Centri di ricerca. E’ per tale ragione che la formazione, per chi sceglie di frequentare un I.T.S., avviene sia in aula sia sul campo, con il vantaggio di favorire una preparazione tecnica altamente qualificata e pronta a misurarsi con il mondo del lavoro.

Il “Diploma Statale di Tecnico Superiore” viene riconosciuto ufficialmente sia in Italia sia in Europa. “Ringrazio tutti i partecipanti a questo evento – ha affermato la Dirigente scolastica dell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio” Prof.ssa Vincenza La Rosa – che ha rappresentato un’importante occasione di arricchimento per i nostri studenti. Le conoscenze devono sapersi convertire e tradurre in competenze per vincere le sfide del futuro”. “Siamo aperti ad ospitare le diverse realtà della formazione ed istruzione terziaria – ha aggiunto il Vicepreside dell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio Prof. Sandro Pase nell’introdurre l’incontro – perché crediamo da sempre nel valore dell’orientamento”. Un grazie speciale ai dieci Docenti Tutor per l’Orientamento che hanno aderito all’iniziativa e all’animatore digitale Prof.ssa Raffaella Leli, che ha curato in ogni dettaglio l’organizzazione della diretta streaming, assicurandone una perfetta riuscita. E a febbraio si proseguirà con un nuovo “Meeting Day”, questa volta con il mondo delle Università.