All’istituto Marconi l’incontro dedicato alla lotta alle mafie

Il Dirigente Scolastico dell’IIS Marconi Nicola Guzzone che sabato scorso ha ospitato Giuseppe Antoci, ex presidente del Parco dei Nebrodi ed attuale Presidente dell’Associazione Caponnetto

“L’Educazione alla Legalità rappresenta, nell’attuale momento storico, uno degli aspetti fondamentali della formazione integrale della persona; la scuola ha pertanto il compito di sensibilizzare le generazioni più giovani circa la presenza di fenomeni deteriori tra cui le forme di violenza legate al potere illecito della delinquenza organizzata, aspetti, questi ultimi, che tendono a minare le basi democratiche della organizzazione sociale e a mettere in crisi gli stessi principi della convivenza civile”. Queste le parole del Dirigente Scolastico dell’IIS Marconi Nicola Guzzone che sabato scorso ha ospitato Giuseppe Antoci, ex presidente del Parco dei Nebrodi ed attuale Presidente dell’Associazione Caponnetto il quale, attraverso la messa a punto di un Protocollo di legalità, ha posto fine alla truffa perpetrata dalla cosiddetta terza mafia a danno dei fondi comunitari. Due ore di appassionata orazione che ha incantato una platea eterogenea di studenti, provenienti dai diversi indirizzi della scuola, e di diverse età, colpiti da passaggi come ‘in una terra come la Sicilia il semplice uso corretto e scrupoloso degli strumenti amministrativi diventa rivoluzionario’ (da La mafia dei pascoli, di N. Anselmo e G. Antoci, ndr), emozionati da racconti di una vita quotidiana blindata. Blindata come l’auto su cui viaggiava il presidente Antoci la sera in cui macigni, molotov e lupare avrebbero posto fine all’impegno per la sua terra se l’intuizione di un giovane questore, Daniele Manganaro, non gli avesse salvato la vita. Gli studenti hanno avuto pertanto l’opportunità di affrontare ed approfondire argomenti quali i costi sociali ed economici della mafia ma anche e soprattutto di ascoltare una testimonianza di impegno civile. L’incontro del 14 dicembre ha dunque costituito un momento di condivisione che ha fatto sperimentare alle generazioni più giovani la fecondità delle regole, del “prendere parte” nonché, il valore dell’impegno, obiettivi, questi, perseguiti dalla ‘rete di scuole per la legalità G. Falcone’ cui l’IIS Marconi da diversi anni aderisce.