Aeroporto di Fiumicino, il bilancio dei controlli dei Carabinieri

Il personale Arma di Fiumicino ha deferito in stato di libertà quattro uomini, due italiani, un croato e un algerino, sorpresi a trafugare profumi e prodotti cosmetici dagli scaffali espositori dei duty-free shop

94

Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma nello scalo di Fiumicino, dove hanno svolto numerosi controlli, sia all’interno che lungo le vie adiacenti degli scali. Durante l’espletamento dei servizi per il contrasto dei reati in genere, il personale Arma di Fiumicino ha deferito in stato di libertà quattro uomini, due italiani, un croato e un algerino, sorpresi a trafugare profumi e prodotti cosmetici dagli scaffali espositori dei duty-free shop ubicati all’interno dell’area internazionale dell’aeroporto di Fiumicino. La refurtiva, per un valore complessivo di circa cinquecentocinquanta euro, è stata recuperata e restituita ai responsabili degli esercizi. Inoltre i Carabinieri della Stazione Aeroporto di Fiumicino unitamente al personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Roma hanno controllato tre società che offrono servizi di parcheggio della auto private ai passeggeri in partenza dall’aeroporto di Fiumicino, denominato “car valet”. Le aziende non erano in regola poiché aveva impiegato sette dipendenti risultati del tutto irregolari (lavoratore in nero), in quanto sprovvisti delle relative comunicazioni all’INPS e all’Ufficio Territoriale per l’Impiego. Al termine dell’attività ispettiva i titolari sono stati contravvenzionati per una somma totale di ventidue mila euro e invitati a regolarizzare la posizione contributiva. Nel corso del servizio, svolto nella fascia antimeridiana di maggior afflusso di passeggeri nei pressi dei viali d’ingresso, uscita e antistanti i terminal, i Carabinieri hanno identificato 72 persone, controllato 21 veicoli, contestando 5 sanzioni amministrative per altre infrazioni al codice della strada.