“A settembre definiremo il Consiglio Comunale dei Giovani”

L'annuncio è del consigliere delegato alle Politiche giovanili, Riccardo Rosolino

“Dopo la stagione estiva, a settembre, si definirà in modo puntuale come organizzare il Consiglio Comunale dei Giovani. Sistemate alcune postille del regolamento, sarà tutto pronto per procedere”. L’annuncio è del consigliere delegato alle Politiche giovanili, Riccardo Rosolino.

“Come delegato alle Politiche giovanili – ha proseguito Rosolino – mi sono impegnato da subito per organizzare il Consiglio Comunale dei Giovani. C’è anche da dire, tuttavia, che avendo organizzato diversi appuntamenti, abbiamo riscontrato poco interesse e poca partecipazione da parte dei ragazzi di Ladispoli. Dobbiamo valutare quanto la cosa sia sentita nella nostra città. Uno strumento così importante merita una partecipazione massiccia, che ad oggi, non c’è stata. Parallelamente stiamo seguendo altri progetti che riguardano la mia generazione, tipo l’area fitness a cielo aperto, un’estate che vede diversi appuntamenti rivolti ai ragazzi, tipo Clementino, Clara, Ludwig, il Festival Caraibico e la fiera del fumetto. Possiamo tranquillamente dire di avere il calendario più giovanile di tutto il comprensorio, e sono contento di aver dato il mio contributo all’Assessore al Turismo Marco Porro”.

“Inoltre, insieme all’Assessore alla Cultura Margherita Frappa – ha continuato Rosolino – si sta sviluppando l’idea per avere un polo di aggregazione giovanile, ma anche per questo, c’è da capire quanto il progetto stia a cuore ai nostri ragazzi, sentimento che poi deve trasformarsi in impegno e soprattutto partecipazione. Per noi, un polo del genere deve essere uno spazio a disposizione di tutti, uno spazio di confronto, di formazione, di aggregazione a servizio di ragazzi e associazioni. Dobbiamo essere sicuri di impiegare energie e risorse nei progetti che piacciono a tutti, non a cose che vogliono in pochi”.

“A settembre – ha concluso Rosolino – sarà organizzato un incontro aperto a tutti per confrontarsi sulle volontà dei giovani ladispolani. Data e luogo saranno comunicate per tempo così da dare ad ognuno il tempo di organizzarsi”.