Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Tarquinia, successo per l'incontro-dibattito con i candidati sindaco

TARQUINIA - Un vero successo per la manifestazione organizzata ieri sera dal Comitato Civico Tarquinia nella sala riunioni dell'Hotel Villa Tirreno. Davanti a un foltissimo pubblico, quattro dei sei candidati alla carica di Sindaco, Renato Bacciardi, Ernesto Cesarini, Pietro Mencarini e Gianni Moscherini, hanno risposto a una serie di domande poste da Andrea Alquati, cronista della web tv Tarquinia Notizie. Dopo i saluti di Fabio Berardicurti, presidente del Comitato Civico Tarquinia, ha preso la parola il giornalista Silvano Olmi, addetto stampa del sodalizio che, con l'ausilio di diapositive, ha ripercorso la nascita e le attività del Comitato, le iniziative attuate per informare la popolazione sul problema immigrazione e il recente incontro con il Prefetto di Viterbo Nicolò D'Angelo.

L'ordine degli interventi dei candidati è stato estratto a sorte e ciascun candidato ha avuto un massimo di sei minuti per rispondere a ognuna delle quattro domande che vertevano sui seguenti argomenti: Sprar e accoglienza profughi, impianto biogas, Talete e bollette idriche, nuovo cimitero. È uscito fuori un dibattito serio e corretto, ogni argomento è stato affrontato con competenza da ciascun oratore e anche il pubblico ha gradito molto l'impostazione data alla serata. Le telecamere della web tv Tarquinia Notizie hanno ripreso tutta la serata e il filmato completo può essere visto sul canale YouTube dell'emittente televisiva. "Ringrazio i quattro candidati e il numeroso pubblico – ha detto Fabio Berardicurti – è stata una manifestazione di grande partecipazione democratica, all'insegna della serietà e della correttezza. Un grazie alla Polizia di Stato e ai Carabinieri, alla direzione dell'Hotel Villa Tirreno che ci ha ospitati, a tutti gli amici del Comitato che hanno presenziato".

Share |

Appunti

Pasquino/er ciarlatano

Cor soriso che je scopriva er dente
Parlava da lo schermo ar cittadino,
Diceva che er futuro adè vicino,
Che presto nun ce mancherà più gnente.

Segue...