Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Sportello Lavoro, dure critiche dei circoli PD di Santa Marinella e Tolfa

SANTA MNARINELLA – "E' inaccettabile che per avere un appuntamento bisognerà passare per le segreterie dei Sindaci. Ci domandiamo da quando le segreterie dei Sindaci, che sono un organo politico fanno il passa curricula alle agenzie di lavoro?". I circoli del Partito Democratico di Santa Marinella e Tolfa criticano duramente l'istituzione dello "Sportello Lavoro".

"A quale scopo creare questo tipo di iniziativa se esiste già una cosa similare presso la camera di commercio e recentemente per il comprensorio la regione Lazio ha attivato uno sportello istituzionale dove ogni cittadino può liberamente presentarsi ed usufruire gratuitamente del medesimo servizio. Questo modo di fare – spiega il PD - precipita la politica al livello più basso della scala valoriale ed etica e fa intuire il tentativo di una gestione personalistica del problema occupazione che invece di venire affrontata con gli strumenti della politica e dello sviluppo economico viene sviluppata attraverso una proposta interinale che a questo punto fa nascere in noi il sospetto che sia attuata meramente a fini elettorali. Se i due Sindaci non riescono a fare di meglio per mettere in campo una proposta credibile in ottica politico-economica-amministrativa siamo veramente messi male. Ci rammarica vedere che i metodi da prima repubblica ancora resistono imperterriti in un tessuto sociale che in realtà chiede giustizia, pari opportunità, crescita e soprattutto trasparenza. Il Partito Democratico di Tolfa e S.Marinella esprime con forza la sua contrarietà a questo modo di fare e verificherà immediatamente se insistono sul tema gli estremi per attenzionare gli organi preposti su questa azione che è l'ennesimo schiaffo dato ai cittadini e soprattutto alle speranze dei nostri giovani, proponendo loro un modello che non ha bisogno di alcun commento ulteriore".

Share |

Appunti

Pasquino/Er traffico

Passanno giorni fa per centro urbano,
Me sò trovato in mezzo a un gran casino
Dove per poco nun me ciaruvino,
Perché a ognuno je rode er deretano.

Segue...