Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Pasquino/Er vero e er farso

Me dici che ciò torto e te rispetto
Però m'hai da capì, nun me ce trovo,
Me pare de sbajà, come me movo,
Er monno pare che me fa dispetto.

La gente nu la vedi più de petto
Ce parli da no schermo sempre novo
Perdenno puro er gusto der ritrovo,
Mancanno troppo spesso de rispetto.

E poi pe restà ar passo co li tempi
Te lo devi scordà d'esse sincero,
Scrivi "me piace" e pensi che so' scempi

Ma l'artro crede che tu dici er vero,
La testa d'illusioni je riempi.
Così confonni er vero e er menzognero.

Pasquino dell'OC

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Share |

Appunti

Pasquino/Li clikke

Co li clikke diventi senatore
Co li clikke diventi deputato,
Nun c'è bisogno che ce passi l'ore
Su li libri a studià come un forzato.

Segue...