Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Ladispoli, Rampelli: "Ottenuto un risultato clamoroso"

Analizzati i primi 100 giorni dell'amministrazione Grando. Riflettori puntati sulle politiche e sulle regionali

100 giorni grando fratelli ditalia 1

LADISPOLI - Quello di Ladispoli è un "risultato clamoroso" che il centrodestra e in particolar modo Fratelli d'Italia, "aspettava da tempo". Parola dell'onorevole Fabio Rampelli intervenuto questo pomeriggio all'analisi dei primi 100 giorni di governo dell'amministrazione guidata dal sindaco Alessandro Grando (che però dopo un veloce saluto agli 'ospiti' di Fratelli d'Italia non si è fermato all'incontro per altri impegni). Un Sindaco asceso allo scranno di Sindaco grazie "a una buona fetta di voti provenienti da Fratelli d'Italia". Votii che, per Rampelli "si sono fatti sentire soprattutto al ballottaggio". 

Una "grande responsabilità", quella che Ladispoli ha nei confronti del partito, secondo il consigliere Giovanni Ardita, soprattutto in vista delle elezioni 100 giorni grando 2regionali prima e delle politiche poi. Elezioni a cui il centrodestra conta di farsi valere "per sfrattare - ha detto il capogruppo Fdi nella Capitale, Fabrizio Ghera - un governo abusivo a livello nazionale". E per farlo occorre un centrodestra "compatto" perché "quando ci si presenta compatti si raggiungono risultati importanti - ha aggiunto Ghera - come qui a Ladispoli o come ad Ostia dove il centrodestra è arrivato al ballottaggio". 

Un centrodestra compatto che in Sicilia ha dimostrato di poter vincere anche contro il Movimento 5 Stelle, come sottolineato dall'onorevole Rampelli: "In Sicilia i grillini - ha detto - non hanno saputo mettere a frutto l'ondata di insoddisfazione dei cittadini". Un movimento, quello dei cinque stelle che si è dimostrato "incocludente". E con il Movimento5 Stelle che sembra aver perso punti a livello nazionale e il centrosinistra che non è riuscita a placare l'insofferenza dei cittadini, per il centrodestra ora si presenta l'occasione di riscatto.

100 giorni grando fratelli ditalia "Dobbiamo riguadagnarci la fiducia". Le idee ci sono. Dalle politiche sociali a quelle migratorie. "Non ce la possiamo fare ad accogliere decine di milioni di africani che fuggono da diversi problemi. Se c'è un problema - ha spiegato l'onorevole Rampalli - di fame, di salute, allora la Comunità internazionale deve affrontarlo nel Paese d'origine. Un approccio completamente diverso rispetto a quello propinato in questi 5 anni dalla sinistra.  Prima Letta poi Renzi". Per Rampalli è anche una questione di sicurezza: "Gli immigrati costituiscono il 40% della popolazione carceraria". Da qui i decreti svuotacarceri messi a punto dal Governo che però non "garantiscono la sicurezza dei cittadini". E a rimetterci, per Rampalli sono "le famiglie che non possono provvedere autonomamente alla propria difesa".

Turismo, Made in Italy, valorizzazione dell'agricoltura e delle piccole imprese locali gli altri punti toccati dall'onorevole durante la 'visita' ladispolana. 

Presenti all'incontro anche l'assessore alla Protezione civile Francesco Prato che ha illustrato quanto realizzato fino ad oggi e quanto l'amministrazione ha in programma di realizzare: "Non abbandoniamo il territorio e i problemi dei cittadini. Abbiamo ereditato una situazione pesante sia dal punto di vista economico che di abbandono della città. La vecchia amministrazione stava nel palazzetto. Noi invece - ha spiegato - abbiamo rivisto la macrostruttura interna del Comune, stiamo tra i cittadini. Abbiamo portato avanti il cambio al comando di Polizia locale (che dovrebbe concretizzarsi a giorni con la nomina del nuovo comandante)".

Dello stesso avviso anche i consiglieri comunali intervenuti a cominciare da Patrizio Falasca: "Credo che questa amministrazione possa fare la differenza"; passando anche dal consigliere Raffaele Cavaliere che ha invece voluto puntare i riflettori sulla Scuola delle Arti e dei Mestieri per ridurre la "dispersione scolastica" e inserire i giovani nel mondo del lavoro grazie a tirocini formativi, corsi di pittura, scultura, lezioni frontali. Solo in questo modo "affrontiamo il disagio".

All'incontro di questo pomeriggio erano inoltre presenti anche il presidente del consiglio comunale Maria Antonia Caredda, il consigliere di Roma Capitale Andrea De Priamo e il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia Marco Marsilio. 



Share |

Appunti

Pasquino/Er traffico

Passanno giorni fa per centro urbano,
Me sò trovato in mezzo a un gran casino
Dove per poco nun me ciaruvino,
Perché a ognuno je rode er deretano.

Segue...