Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Lecis replica al PD: "Fare attacchi politici su un incendio doloso è vergognoso"

CIVITAVECCHIA - "Affermare che un atto delinquenziale come quello di incendiare una parte di istituto recentemente oggetto di lavori da parte dell'amministrazione comunale sia colpa del "degrado culturale" e di "città schiava di un'amministrazione incapace che non progetta" lascia veramente di stucco. Non riesco a comprendere come la corsa alle elezioni e la fama di campagna elettorale possa far partorire comunicati stampa di questo tipo". E' la dura replica dell'assessore all'istruzione Alessandra Lecis all'intervento della segreteria del Partito Democratico sull'incendio della scuola Calamatta di via Don Milani.

"Tutte le forze politiche dovrebbero condannare all'unanimità questi gesti criminali che danneggiano la collettività, senza se e senza ma. Ed il PD dovrebbe ricordare che questa scuola era stata recentemente oggetto di ingenti lavori da parte dell'amministrazione comunale che ha nella riqualificazione dei plessi scolastici una sua priorità. Fare attacchi politici di questo tipo fa capire che in questa città c'è chi è disposto davvero a di tutto pur di conquistare l'agognata poltrona – afferma l'assessore Lecis -. Anche l'incendio doloso di una scuola deve diventare teatro di diatriba politica. Ciò è orribile e disgustoso ed è ciò di più lontano dal nostro modo di intendere la politica. La vice presidente dei deputati della Lega, Barbara Saltamartini, ha commentato dura: "Qui apriamo la campagna elettorale che non finirà il 4 marzo perché noi vogliamo arrivare a sfidare Cozzolino e la sua giunta di incapaci. L'unità del centro destra per noi è un valore e arriveremo coesi alle regionali. Ringrazio Patrizio Carraffa ed Enrico Zappacosta per il loro impegno".

Share |

Appunti

Pasquino/Li clikke

Co li clikke diventi senatore
Co li clikke diventi deputato,
Nun c'è bisogno che ce passi l'ore
Su li libri a studià come un forzato.

Segue...