Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

PD: "E' Cozzolino che deve rassegnare le dimissioni per manifesta incapacità"

Il Partito Democratico replica al gruppo consiliare del M5S: "I fallimenti quotidiani del sindaco sono sotto gli occhi di tutti"

CIVITAVECCHIA – "Se c'è qualcuno che, per carità di Patria, dovrebbe rassegnare le dimissioni per manifesta incapacità è proprio il livoroso sindaco che, oltre ai fallimenti quotidiani che sono sotto gli occhi di tutti, non è proprio capace di ascoltare i suoi concittadini, non li riceve e li rifugge se qualcuno di questi cerca di avvicinarlo per chiedere anche solo una banale informazione". Lo dichiara il Partito Democratico in replica all'intervento del gruppo consiliare del M5S, che sulla vicenda della mancata elezione del nuovo presidente del consiglio aveva chiesto le dimissioni del capogruppo del PD Marco Piendibene e del segretario Germano Ferri.

"Siamo di fronte ad un sindaco asociale – aggiunge il PD - che avrebbe fatto meno danni se avesse dato ascolto alla propria vocazione: dedicarsi ad una vita da eremita in una casa senza specchi per evitare di litigare anche con se stesso. D'altra parte dobbiamo anche compatire i poveri consiglieri di maggioranza che si trovano a dover condividere il flop della peggiore giunta del dopoguerra. Essere costretti ad alzare la mano anche sulle decisioni che hanno fatto ingoiare i bocconi più indigesti come la convenzione Enel coi soldi che in campagna elettorale erano "sporchi di sangue" e che poi sono divenuti improvvisamente lindi e profumati, oppure dover votare per un albergo a cinque stelle costruito tra il depuratore ed il cimitero o ancora dover digerire un forno crematorio al servizio dell'alto Lazio, non è propriamente una condotta di cui andare fieri. Gli insulti e gli improperi dei cittadini infuriati e traditi lasciano il segno e l'unico rifugio in questi tempi duri è la logica del branco e così i consiglieri 5 stelle si affidano magari alla penna del più rancoroso attivista (o addetto stampa) e partoriscono comunicati scombiccherati e senza capo né coda ma con tanta, tanta acredine. Che dire di più? Solo che la città dovrà avere la pazienza di sopportarvi ancora per un annetto e mezzo ma che, purtroppo per voi, sarete ricordati molto più a lungo".

Share |

Appunti

Pasquino/Er traffico

Passanno giorni fa per centro urbano,
Me sò trovato in mezzo a un gran casino
Dove per poco nun me ciaruvino,
Perché a ognuno je rode er deretano.

Segue...