Attenzione: apre in una nuova finestra. Stampa

Arrestato in porto “El Ruso”, boss del narcotraffico colombiano

elrusoIl latitante internazionale Rizvanovic Niemeier è stato fermato martedì dalla Guardia di Finanza appena sbarcato da un traghetto proveniente da Barcellona

CIVITAVECCHIA - Gli uomini del Gico della Guardia di Finanza di Brescia con il supporto dei finanzieri di Civitavecchia, coordinati dalla Procura Distrettuale Antimafia di Brescia nell'ambito dell'operazione "Porte Franche", martedì hanno arrestato in porto il latitante Rizvanovic Niemeier, cittadino tedesco nato in Bosnia conosciuto come "El Ruso", considerato un elemento di spicco del clan Usaga o del Golfo, una delle più potenti organizzazioni di narcotrafficanti colombiani dedita anche alle estorsioni, al riciclaggio di denaro e alle rapine.

Per arrivare alla cattura di El Ruso, che è stato bloccato appena sceso da un traghetto proveniente da Barcellona per trattare la consegna di centinaia di chilogrammi di cocaina, è stato determinante anche il supporto e il coordinamento da parte del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia della Direzione Centrale della Polizia Criminale e della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (DCSA). Niemeier era evaso da un carcere colombiano nel 2016 ed è stato segnalato come uno dei principali collaboratori del leader del clan del Golfo. Secondo le accuse, il suo ruolo era quello di gestire le finanze e i traffici del clan sulle rotte sud America-Stati Uniti-Europa.

Share |